mi piace l’idea di raccogliere qui una sequenza di progetti negati, bocciati, cambiati, stravolti. Una sorta di raccolta di bozze, di brutte copie o tentativi di progetto poco felici, ma con del potenziale da sgrezzare che non smette di emozionarmi. Un abaco degli errori o in altre parole di fiori in potenza